Antico centro monastico della Val d’Illasi, Badia Calavena è attestata da un’iscrizione del 1040, attualmente esposta nel cortile della Tomba di Giulietta a Verona, nella quale si cita la costruzione di un castello, da parte del Vescovo di Verona Walterio da Ulma (1037 – 1055), sul Monte di San Pietro, collina sovrastante l’attuale centro abitato.

Questo complesso edilizio, costituito dal castello vero e proprio e dalla Chiesetta annessa di San Pietro Apostolo, divenne dimora di monaci tedeschi dell’Ordine di San Benedetto, trasformandosi nel piccolo monastero così menzionato in un documento di regole di affitto del 1133 e in una Bolla Papale di Eugenio III° del 1145, dove si cita chiaramente il “Monasterium Sancti Petri de Calavena”.

L’Abbazia fu detta “della Calavena” perché sorta nel pezzo di vallata detto “Calavena”. Il nome del paese sottostante (attuale capoluogo) deriva da questa “Badia della Calavena”.

Cosa non perdersi a Badia Calavena

Gli eventi a Badia Calavena

Dove mangiare e dove dormire

Albergo Ca' del Diaolo
Ostello La Sosta