Il prodotto che proviene dai pascoli alti si presenta con un livello qualitativo altissimo perchè riproduce i sapori di una volta. L’alpeggio di bovini da carne ha trovato un nuovo impulso perchè garantisce la produzione di carne di eccezionale pregio, la cui qualità è stata riscoperta e valorizzata dalla ristorazione locale che ha saputo elaborare piatti gustosi.

La pecora "Brogna"

Razza autoctona di triplice attitudine (carne, latte e lana), la pecora Brogna si adatta facilmente all’ambiente dell’altopiano ed è molto resistente.

La sua presenza in Lessinia è probabilmente riconducibile all’insediamento dei Cimbri.

La pecora brogna, per le sue caratteristiche, si presta particolarmente all’allevamento biologico. L’animale, infatti, basa la sua alimentazione sul fieno nella stagione invernale, e sul pascolo in estate, mentre i piccoli vengono allattati dalla madre. Questo la rende preziosa per il controllo della vegetazione boschiva e uno strumento naturale ed ecologico per il mantenimento della pulizia dei prati e dei declivi. Inoltre, essendo di corporatura forte e robusta, è piuttosto resistente alle malattie e non richiede, dunque, interventi sanitari frequenti e particolarmente invasivi, ben adattandosi al disciplinare della zootecnia biologica. 

I bovini allevati in Lessinia appartengono alle razze Limousine e Charolaise, oltre alla Frisona da latte.

La frollatura avviene nelle celle frigorifere, dove la carne rimane un paio di settimane prima di essere preparata e venduta direttamente ai consumatori.

La certificazione biologica della carna garantisce il benessere dell’animale, la sicurezza alimentare e la qualità della carne.